Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
">
">

Parco nazionale del Gargano

Hotel, B&B, villaggi in Puglia vacanze e week end sul Gargano sul mare

Info

Parco nazionale del Gargano

II Gargano … un mondo a sé nel paesaggio italiano, un libro aperto sulla storia della Terra e sui grandi fenomeni geologici che hanno modellato il paesaggio, un paradiso di colori. Questa terra attira studiosi ed appassionati da tutto il mondo per le sue peculiarità, dalle formazioni geologiche alle realtà biologiche qui presenti. 121 mila ettari e più del 35% delle specie botaniche italiane: sono solo alcune cifre per avere almeno una vaga idea di cosa sia il Parco Nazionale del Gargano.

Mare, montagna, foresta si sposano perfettamente con archeologia, religione, storia e cultura millenarie che, nelle località del promontorio, ancora esprimono un folklore vivo ed autentico. Il Gargano va vissuto seguendo il ritmo delle emozioni che il suo paesaggio è capace di suscitare.

Località Gargano

Informazione Viaggi
Il Gargano, detto lo sperone d’Italia, è uno dei luoghi più belli della Puglia per trascorrere le vacanze estive sul Gargano e anche degli splendidi week end sul Gargano durante tutto l’anno. Il Gargano si trova nel nord della Puglia è include diversi comuni della provincia di Foggia, come ad esempio le note località turistiche di Rodi Garganico, PeschiciVieste 
Mattinata, e tanti altri comuni dell’entroterra non meno affascinanti per storia, cultura e tradizioni, come ad esempio Vico del GarganoSan Marco in LamisSan Giovanni RotondoIschitellaCarpino 
Cagnano Varano

II Gargano … un mondo a sé nel paesaggio italiano, un libro aperto sulla storia della Terra e sui grandi fenomeni geologici che hanno modellato il paesaggio, un paradiso di colori. Questa terra attira studiosi ed appassionati da tutto il mondo per le sue peculiarità, dalle formazioni geologiche alle realtà biologiche qui presenti. 121 mila ettari e più del 35% delle specie botaniche italiane: sono solo alcune cifre per avere almeno una vaga idea di cosa sia il Parco Nazionale del Gargano.

Mare, montagna, foresta si sposano perfettamente con archeologia, religione, storia e cultura millenarie che, nelle località del promontorio, ancora esprimono un folklore vivo ed autentico. Il Gargano va vissuto seguendo il ritmo delle emozioni che il suo paesaggio è capace di suscitare.

Parco dei dinosauri

Hotel, B&B, villaggi in Puglia vacanze e week end sul Gargano sul mare

A Borgo Celano, frazione di San Marco in Lamis, c’è un luogo dove immergersi nel passato attraverso strutture e tecnologie attuali del Parco Nazionale del Gargano; un percorso interattivo interno al museo, per tuffarsi in un tempo e in uno spazio lontani milioni di anni.

Alla luce degli eccezionali ritrovamenti di orme di dinosauri rinvenute nel territorio di San Marco in Lamis, il museo propone pannelli illustrativi, filmati, diorami e ricostruzioni di luoghi basati su studi scientifici,al fine di preparare il visitatore al percorso esterno.

Nello spazio del parco infatti, è stato allestito un sentiero illustrato da percorrere, per poter vivere l’emozione dell’incontro con tracce reali, anche attraverso la ricostruzione di un habitat naturale e incontaminato, tra piante locali e specchi d’acqua, fra tracce e impronte, ci si potrà imbattere in creature (in dimensioni reali) vissute proprio su questo territorio 120 milioni dianni fa.

Escursioni a cavallo

Vivi la tua esperienza a cavallo adatta anche ai più piccini.

Scegli di vivere un\’avventura mozzafiato nella meravigliosa natura del Gargano.

Accompagnati da una guida equestre potrete vivere anche per la prima volta la vostra esperienza a cavallo. E per i vostri bambini? Divertimento assicurato con il pony Teresina

Sport & Hobby

Hotel vacanze gargano

La Daunia è fonte di attrazione per tutti coloro che amano un approccio diretto e senza mediazioni con la natura. Con un fuoristrada è possibile fare escursioni sui monti, attraverso la foresta o per i tratturi del promontorio. Oppure si possono noleggiare barche e gommoni e uscire in mare aperto. Diversi, inoltre, sono gli sport praticabili nel territorio a contatto con la natura. Dagli sport su terra ferma quali: mountain bike, trekking e maneggio; a quelli acquatici quali vela, windsurf, canoa e sci acquatico.

Birdwatching

Lo si può praticare presso le paludi di Frattarolo e del Lago Salso. ,

Deltaplano

Per gli appassionati di questa attività Rignano Garganico è la rampa di lancio ideale sul Tavoliere

Maneggio

Escursioni a cavallo attraverso antichi sentieri che si snodano tra valli, boschi, praterie fino ai laghi costieri e il mare.

Mountain bike – trekking

In primavera e in estate, ogni giorno le strade della Daunia sono prese d\’assalto dai ciclisti e dagli amanti del trekking.

Sport acquatici

Vela, canoa, sci acquatico, windsurf, surf da onda, body board wake-boarding. Sono tutti sport da praticare nelle località costiere. La costa del Gargano è caratterizzata da venti provenienti dal mare che permettono di praticare molte attività sportive.

La Costa del Gargano

Hotel vacanze gargano

Acque limpide e azzurre, vegetazione selvaggia, spiagge dorate e profumi inebrianti regalano una particolare bellezza ai paesi della costa. Rodi Garganico, Peschici, Vieste, Pugnochiuso, Mattinata, Manfredonia… località cariche di storia, profumate dalle zagare, ombreggiate dai maestosi pini d\’Aleppo che si specchiano nelle acque cristalline del Promontorio, impreziosito dalle perle delle Isole Tremiti. E poi ancora i piccoli centri di Lido del Sole, Foce Varano, Capoiale, Torre Mileto, dove il calore del sole mediterraneo è sempre mitigato dalla brezza marina.

Trabucchi

Antichi strumenti da pesca costruiti in legno di pino d\’Aleppo, tuttora utilizzati dai pescatori che operano lungo la costa. La struttura è costituita da pali conficcati nella roccia e da un sistema di funi che trattengono una grande rete che sfrutta la confluenza delle correnti marine

Parco natura

Hotel vacanze gargano

La Daunia è un verde paradiso profumato da una miriade di fiori, dagli agrumeti e frutteti diffusi nel territorio. Una passeggiata nel Parco Nazionale del Gargano, è senza dubbio, un percorso raccomandabile per scoprire le bellezze del territorio garganico: mare, montagna, necropoli, grotte marine, foreste, zone umide, numerose e diverse specie botaniche e faunistiche. Non meno suggestivo è il Preappennino, un mondo ammaliante fatto di contrade turrite che sfilano l\’una dietro l\’altra, come sentinelle a guardia dei confini della provincia dauna, intervallate da monti maestosi.

Santuari e Cattedrali

Hotel vacanze gargano

Terra di santi e santuari, la Daunia accoglie ogni anno milioni di pellegrini che, attraversando l\’antica \”Via Sacra Langobardorum\”, si dirigono verso luoghi di culto antichi e nuovi. Numerosi sono i santuari della terra daunia, ma tra i più noti citiamo il Santuario della Madonna Incoronata a Foggia, San Leonardo a Manfredonia, la Grotta dello Arcangelo Michele a Monte Sant\’Angelo, i Santuari di Santa Maria di Stignano e San Matteo a San Marco in Lamis. Conosciuto a livello mondiale è il Santuario di San Pio a San Giovanni Rotondo, dove tutto l\’anno, e non solo il 23 settembre giorno della sua morte, si celebra il culto del frate cappuccino insieme ai fedeli provenienti da ogni parte del mondo.

Cultura

cultura

Nel corso dei secoli, la Daunia ha ospitato popoli, razze e civiltà diverse che hanno lasciato traccia del loro passaggio nell\’impianto urbanistico delle città. Testimonianza di questo ricco passato sono gli imponenti castelli, le cinta murarie, le torri di avvistamento, e ancora le piazzette, i mugnali e gli stretti vicoli, che rendono unici i borghi antichi dei centri di Foggia e provincia. Numerosi sono anche i reperti archeologici rinvenuti nelle necropoli insieme alle misteriose stele, molte delle quali provengono dal sito archeologico di Monte Saraceno. Alcuni di questi ritrovamenti attestano antichi insediamenti nel Gargano risalenti al Paleolitico Superiore. Il sito archeologico più famoso e studiato è sicuramente Grotta Paglicci a Rignano Garganico, una delle testimonianze più preziose del Paleolitico meridionale un patrimonio d\’inestimabile valore.

Slow food

Hotel vacanze gargano

La Capitanata riassume in se territori diversissimi ed esprime cultura e tradizioni gastronomiche policrome. II Gargano, il Tavoliere, II Preappennino Dauno sono ricchissime di patrimoni da conoscere e difendere. Lo Slow Food tramite il progetto Arca del Gusto ed in particolare il modo dei \”Presidi\” ha individuato, in collaborazione con alcuni Enti Locali (Parco del Gargano, Comunità Montana dei Monti Dauni), alcuni prodotti che rischiavano di scomparire. Presidi \”intende non solo salvare dall\’estinzione di specie animali e vegetali o prodotti da questi derivati, ma soprattutto ricreare un\’economia virtuosa, che può coinvolgere i giovani e imparare un mestiere legato alla cultura del Territorio. Lo Slow Food si impegna a far conoscere a fondo questi straordinari prodotti ai consumatori di tutto il mondo, facendo assaporare e raccontando le storie singolari di questi produttori, che innamorati della propria terra riescono a produrre prodotti legati più ad un emozione che un mercato. Nulla sta nell\’anima che prima non sia passato attraverso i sensi, diceva il filosofo.

Gli attuali presidi slow food

>Agrumi del Gargano

Entrare in un \”Giardino\”, così sono chiamati i terreni coltivati ​​a frutta sul Gargano, coinvolge tutti i sensi, ma in particolare l\’olfatto. Gli agrumi sul Gargano, in particolare a Rodi Garganico, Vico del Gargano e Ischitella, maturano tutto l\’anno, a Natale ci sono le Durette, naturalmente senza semi e con polpa dura e croccante, il Biondo del Gargano matura tra aprile e maggio, conservandosi dolce e succoso sulla pianta fino a settembre, il Melangolo è di colore rosso intenso e lucente, il Femminello del Gargano è la varietà di limone più antica d\’Italia.

>Anguilla di Lesina

Dopo un viaggio di migliaia di chilometri l\’anguilla arriva anche sul Gargano, nella Laguna di Lesina. Qui fino a pochi anni fa, tutto ruotava attorno a questo pesce misterioso e sconosciuto: la pesca, la cucina, l\’artigianato. Negli anni \’40 i pescatori erano più di 400, oggi sono più o meno 80 e con un\’età media molto alta. Pescare le anguille è complicatissimo: i pescatori devono saper sistemare le reti alla perfezione; devono conoscere i venti, le correnti e saper gestire i canali per non ostacolare le \”montate.\”

>Vacca Podolica del Gargano.

La Podolica è una razza brada e quindi offre non solo un latte particolarmente aromatico, ma anche carni sapide, sane, ricche di sali minerali. Carni difficili per il consumatore moderno, perché non riconducibili ai canoni estetici comuni: il grasso è giallo (perché gli animali mangiano erbe ricche di carotene, sostanza assente nei mangimi e negli insilati); la consistenza è più fibrosa (i pezzi necessitano accurate frollature); il gusto è più intenso e caratterizzato.

>Caciocavallo Podolico del Gargano.

Simbolo dell\’arte casearia Meridionale, è un formaggio straordinario, per le caratteristiche aromatiche e l\’attitudine a stagionature lunghissime. Eppure stava scomparendo, assieme alle rare Podoliche, antiche vacche rustiche che pascolano sui terreni avari del Gargano e che producono pochissimo latte, in alcuni periodi dell\’estate anche solo un litro a capo, quindi si può immaginare come da una mandria di 100 vacche se una metà sono in lattazione si possono produrre da 2 a 5 caciocavalli al giorno!

>Fava di Carpino.

I terreni calcarei e argillosi di Carpino sono perfetti per la coltivazione delle fave. E non a caso proprio qui, da sempre si coltiva una delle varietà più apprezzate della Puglia. Gli appezzamenti sono per lo più molto piccoli, in media mezzo ettaro, e la produzione è quantitativamente modesta. Di dimensioni medio piccole e con una fossetta nella parte inferiore, la fava di Carpino è verde al momento della raccolta e, con il tempo diventa color bianco sabbia.

La Condotta Alto Tavoliere nasce dalla passione di alcuni amici verso la storia, le tradizione, la cucina , la genuinità dei prodotti di una terra che non è stata mai avara con i propri abitanti. Di questo territorio si vogliono valorizzare i sapori antichi e le antiche tradizioni gastronomiche, dando voce a tutte quelle produzioni non omologate che ancora resistono nell\’Alto Tavoliere. L\’appuntamento più importante di questa condotta è \”Sapori Medievali\” kermesse enogastronomica che si tiene presso la Villa Comunale di Torremaggiore tutti gli anni a fine agosto, con \”Laboratori di degustazione\”, Stand enogastronomici di aziende provenienenti da diverse parti d\’Italia, Degustazioni, Dibattiti, senza dimenticare \”L\’Angolo Slow Food\” dove è possibile conoscere l\’Associazione, conoscere le iniziative e perché no, magari tesserarsi. Quest\’anno la manifestazione si aprirà ai presidi di Slow Food e vedrà la partecipazione di tutte le condotte Slow Food della Provincia di Foggia. A partire da Maggio 2005 si potrà consultare il sito www.saporimedievali.it. Il coordinamento delle cinque condotte Slow Food della Capitanata organizzano visite guidate presso i presidi con l\’obiettivo di far conoscere da vicino le tecniche, in modo da poter apprezzare oltre alla qualità del prodotto, le caratteristiche distintive che portano a quel particolare risultato.